Jolaurlo + Captain Mantell + Phinx = IRMA NITE!

0
7

Si e’ tenuta giovedi’ 12 gennaio al Circolo Arci Magnolia di Segrate (MI) la Irma Nite, serata in cui si sono esibiti tre gruppi che fanno parte della scuderia Irma Records. Tutt’e tre le band hanno proposto un rock contaminato dall’elettronica e influenzato dalla dance, riuscendo cosi’ a portare avanti un unico filo conduttore per l’intero concerto.



 


La serata e’ iniziata con i giovani Phinx, i quali con il loro disco d’esordio, Login, si stanno facendo apprezzare giorno dopo giorno non solo come semplici emergenti, ma anche come una vera e propria realta’ nel panorama musicale indie del nostro paese. Daniele Fabris (synth, keyboards, sequencers), Pietro Secco (bass, synths, backing vocals), Francesco Fabris (lead vocal, guitars, programs, synths, keyboards) e Alberto Paolini (drums, groovebox, backing vocals) hanno tenuto il palco egregiamente sin dalla prima nota della title track “Login” e sono stati molto incisivi nella perfomance live, dimostrando grande compattezza.



 


Subito dopo e’ arrivato il momento di ascoltare i Captain Mantell. Loro si sono distinti soprattutto grazie a brani quali “Mr. B”, “Before We Perish” e “We Need A Fix” tratti dal loro ultimo album Ground Lift, terza parte di una trilogia giunta al termine proprio con questo lavoro. Il trio, pero’, e’ apparso sinceramente un pò sottotono verso la fine dell’esibizione in pezzi come “Just For Us” o “Yesterday (Like the Beatles say)” che nell’ultima fatica discografica si impongono senz’altro in modo preferibile sin dal primo ascolto, ma va detto altrettanto chiaramente che permane comunque la curiosita’ di ascoltare Tommaso Mantelli e soci come unici protagonista di una serata, magari per comprendere meglio la trilogia con la loro musica dal vivo.



 


Nell’ultima parte dell’evento si sono esibiti gli Jolaurlo, gruppo giunto al suo terzo album, Meccanica e Natura. Tutti gli impulsi elettronici di tale band sono stati ben gestiti soprattutto nelle dinamiche live; dai singoli “Polistirolo” e “Androide” fino a “Banale”, gli Jolaurlo hanno suonato con vigore ed intensita’ dall’inizio alla fine della loro performance e tra gli ultimi pezzi in scaletta hanno inserito anche “Annarella”, rilettura in chiave piu’ elettronica del celebre brano dei C.C.C.P., che ormai fa parte del loro repertorio gia’ da alcuni anni.


 



A fine serata ci siamo avvicinati ad Antonia Peressoni, responsabile della Promozione e del Management della Irma Records e le abbiamo posto alcune domande proprio sulla Irma Nite. Per prima cosa le abbiamo chiesto:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here